igo

UNA CARTA PER LA FAMIGLIA

maniconfamiglia_54_6241

Il Comune di Vigodarzere ha ottenuto dalla Regione Veneto un contributo per la realizzazione di un “progetto finalizzato alla realizzazione di un sistema integrato per lo sviluppo della cultura della conciliazione e per la famiglia”.
Fra le azioni previste da tale progetto era inserito anche l’avvio di un modello sperimentale di Distretto famiglia, ovvero un circuito economico e culturale, a base locale, all’interno del quale attori diversi per attività e finalità operano con l’obiettivo di promuovere e valorizzare la famiglia con figli.
Per questo l’Amministrazione ha individuato l’opportunità di istituire una “Carta famiglia” dedicata appunto alle famiglie con figli minori di anni 14. Si tratta attualmente di un numero di circa 1.100 famiglie.
Grazie alla sensibilità di alcuni esercizi commerciali e realtà aziendali ed associative locali (profit e non profit), saranno accessibili ai possessori dalla card delle opportunità economiche e/o dei benefits (vantaggi), o altre agevolazioni, presso attività presenti nel territorio, incentivandone contemporaneamente anche l’utilizzo da parte dei residenti appartenenti alla categoria.

La presentazione ufficiale e la consegna della carta famiglia avranno luogo nel corso della 1^ FESTA DELLA FAMIGLIA  domenica 24 settembre 2017, alle ore 15,00, nel parco della sede municipale in via Ca’ Pisani 74.

La famiglia sarà al centro anche del progetto ALLEANZE PER LA FAMIGLIA che, sempre grazie al contributo della Regione Veneto e con partner il Comune di Curtarolo, avrà l’obiettivo di sviluppare “reti locali” costituite da enti locali, associazioni di famiglie, forze sociali, economiche e culturali che promuovono, in un territorio definito, politiche finalizzate al benessere della famiglia.
Attenzione alla famiglia che pur concentrandosi sulle famiglie con figli minori, non dimenticherà di includere anche gli anziani, sia quelli ancora attivi sfruttandone le potenzialità e le competenze, sia quelli di grande età e in condizione di non autosufficienza per i quali si mira a creare relazioni di solidarietà e aiuto, riconnettendo il tessuto sociale che vede sempre al centro e non banalmente LA FAMIGLIA.

FILE ALLEGATI: